Il Denaro
 home  imprese & mercati  politica & istituzioni  professioni & formazione  d-finanziamenti  eventi
denarotv il direttore commenti sanità futura cultura sudsidiario lavoro immobiliare formazione newsletter acquista online
 
facebook twitterlinked in ok notizie friendfeedbookmark on delicious
il quotidiano
Prima pagina
Agenda eventi
News
Commenti
Imprese & Mercati
politica & istituzioni
professioni & formazione
Primo piano

inserti
Soldi & Imprese
Agrimed
I racconti di Piero Formica
Scaffale
Enti Locali & Cittadini
Turismo & Viaggi
Il Denaro Diplomatico
Moda & Affari
Il Sudsidiario
Sanità
Cultura
Futura
La Borsa Immobiliare
Liberare la società

riviste
Den
Gazzetta forense

rubriche
Fotogallery
Intraprendenti
Oroscopo finanziario
Meteo
Spaghetti Style
Salute & prevenzione
Concorso Talenti
Racconti
Cinema
Cartellone
Rassegna stampa on-line

speciali
Osservatorio di Gazzetta Forense
Le Vie del Vino
Convegno Giovani Confindustria 2010
Convegno sul Turismo Confindustria Napoli
TechnologyBiz 2010
Congresso nazionale Odcec
Unione Industriali
Dossier BPM
Dirigenti Campania
Premio l'Altra Italia
Aziende Ospedaliere
Napoli incontra Kagoshima
Meeting Rimini 2010
Api Napoli
Confcommercio Campania
Global Compact
Aiesec
Claai
Camera di commercio Napoli
Meeting eccellenze
menti@contatto
Piano Casa
Aziende sanitarie locali
Politiche e servizi sociali
Aziende
Convention CCIE
Premio Ischia
Assemblea Confindustria
imprese banche e istituzioni
Speciale 2010
Confidi
Harmont & Blaine
Intraprendenti
Vertis Sgr
Nusco

Politica, economia, finanza e attualità in diretta web

E Italia

Soldi & Imprese
Condividi/invia/aggiungi ai preferiti Condividi
07-05-2005

L'edilizia informa

Fondo Prevedi: ecco come iscriversi


L'ultimo contratto collettivo nazionale (Ccnl) di categoria (sottoscritto da Ance, FenealUil, FilcaCisl e FilleaCgil) ha puntato, tra i suoi elementi innovativi e qualificanti sull'avvio e decollo della previdenza complementare di settore da realizzarsi mediante un Fondo chiuso denominato Prevedi. A tutt'oggi duecentottantadue sono gli iscritti alla Cassa edile della provincia di Napoli che hanno aderito al Fondo di previdenza complementare.
Di seguito si rammentano le modalità operative per l'iscrizione.

Partecipazione
L'adesione dell'operaio o dell'impiegato avviene tramite gli appositi moduli dati in distribuzione o scaricabili dal ns. sito web www.cassaedilenapoli.it
Presso gli uffici della Cassa edile dovranno essere presentati sia la copia per la Cassa che quella per il Prevedi. Gli uffici provvederanno a spedire, alla sede di Roma del Prevedi, la copia della domanda di adesione con raccomandata a/r e invieranno periodicamente il relativo file telematico a Previnet. I modelli devono essere integralmente e correttamente compilati e sono validi anche con la sola firma del lavoratore: in questo caso il richiedente dovrà indicare i dati identificativi dell'impresa (ragione sociale, sede legale, partita Iva o codice fiscale). La Cassa edile provvederà a inviare all'impresa copia della domanda di adesione e l'obbligo contributivo del datore di lavoro decorrerà dal primo giorno del mese successivo alla data della comunicazione.

Denuncia
Andranno utilizzati gli stessi modelli in uso per la denuncia unica, rispettandone anche i termini previsti per la presentazione (entro il giorno 25 del mese successivo a quello di competenza). I modelli di denuncia unica possono essere scaricati dal sito web o richiesti agli sportelli.
Istruzioni per la compilazione delle denunce (sezione "Elenco Lavoratori"). I tre campi relativi al Prevedi posti nell'elenco lavoratori andranno sempre compilati, anche il campo relativo all'onere a carico dell'impresa (sia per gli operai che per gli impiegati).

Versamenti
In riferimento all'articolo 19 del Contratto integrativo provinciale (che ha stabilito che il contributo dello 0,40 già dovuto per l'Apes sia destinato a alimentare il neocostituito "Fondo di mutualizzazione degli oneri previsti a carico delle Imprese per le finalità del Fondo nazionale Prevedi") la Cassa Edile di Napoli ha deliberato che - a seguito dell'adesione del lavoratore edile operaio al Prevedi - il contributo dell'uno per cento a carico dell'Impresa di appartenenza, purchè regolarmente iscritta, denunziante e versante presso la Cassa edile di Napoli, costituisce prestazione a carico della Cassa stessa, che pertanto sosterrà il relativo onere, attingendo dal citato Fondo di mutualizzazione. Viceversa, per quanto concerne eventuali iscrizioni di lavoratori impiegati, il contributo dell'1 per cento gravante l'impresa resta a suo carico diretto e esclusivo.
I versamenti destinati a Prevedi, rappresentati dalla quota dell'1 per cento a carico dell'operaio e dal Tfr di competenza del medesimo lavoratore iscritto, debbono essere trattenuti dalla busta paga del lavoratore e versati alla Cassa edile di Napoli, previa indicazione nella singola denunzia mensile.
Dette somme saranno versate dalla Cassa edile di Napoli al Prevedi solo a seguito dell'avvenuto incasso da parte dell'Impresa obbligata al riversamento alla Cassa con tale causale.
Pertanto, esclusivamente per gli operai, non andrà versata la quota relativa all'onere a carico dell'impresa, in quanto la stessa sarà coperta dalla Cassa edile della provincia di Napoli che preleverà l'importo corrispondente dal suddetto Fondo di mutualizzazione.
Per consentire l'esatta indicazione dell'importo versato, sulla sezione "Riepilogo" della denuncia unica è stato aggiunto il rigo 6, destinandolo per i versamenti Prevedi degli impiegati (comprensivo dell'onere a carico delle imprese), mentre al rigo 5 andranno indicati i versamenti per gli operai che, ovviamente, non contempleranno l'onere a carico delle imprese.
La Cassa Edile di Napoli, inoltre, stante la natura pubblicistica della disciplina della previdenza complementare, ha deliberato che le quote destinate al Prevedi, sia a carico del Lavoratore che dell'Impresa, troveranno collocazione tra i primi posti nell'ordine di imputazione dei versamenti effettuati dalle Imprese.
Pertanto l'ordine di imputazione, in caso di pagamenti parziali e/o tardivi, sarà progressivamente il seguente: spese legali, Previdenza complementare (se dovuta), accantonamenti, interessi relativi, interessi sui contributi, contributi, quote associative (se dovute).

Norme
In base alla normativa contrattuale vigente, qualora il dipendente manifesti la volontà di aderire al Fondo di previdenza complementare Prevedi, il datore di lavoro è tenuto a dar corso agli ulteriori adempimenti di propria competenza.
Per i versamenti mensili dovranno essere utilizzati gli stessi modelli in uso presso la Cassa per il personale operaio.
Potrà essere eseguito anche un unico versamento esclusivamente con le seguenti modalità;
- Assegno circolare non trasferibile intestato alla Cassa e consegnato all'apposito sportello;
- bonifico bancario da accreditare sugli Istituti bancari il cui elenco può essere reperito dal sito web: www.cassaedilenapoli.it:
In tabella riportiamo le aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2004, da calcolarsi sull'imponibile salariale Cassa Edile (Nota bene: inclusivo di Edr conglobato nell'importo dell'ex indennità di contingenza - Allegato I del Cip 18/4/2003).


Aliquote contributive

In vigore dall' 1 gennaio 2004 - A carico dell'impresa - A carico dell'operaio - Tot. %

- (%) - (%)
Anzianità Professionale Edile (A.P.E.) - 2,50 - - 2,50
Fondo di mutualizzazione oneri Imprese per Prevedi - 0,40 - - 0,40
Cassa Edile - 2,21 - 0,44 - 2,65
Centro Formazione Maestranze Edili (C.F.M.E.) - 0,80 - - 0,80
Comitato Paritetico Territoriale (C.P.T.) - 0,80 - - 0,80
Quota Adesione Contratt. Territoriale (Q.A.C.T.) - 1,05 - 1,05 - 2,10
Quota Adesione Contratt. Nazionale (Q.A.C.N.) - 0,22 - 0,22 - 0,44

Totale - 7,98 - 1,71 - 9,69

Il totale dei contributi a carico dell'operaio sono pari all'1,71 per cento del salario


num. 090 - pag. 17
 

Clicca per ritornare alla pagina precedente torna indietro






Google




Guarda Denaro Tv
Dtv - denaro.it

Gazzetta Forense

Italian Cri